cropped-piovrablogbanner.png

Dal 2004...

“Piovra” nasce come un vero e proprio spazio nella blogsfera degli MSN Spaces, il 1 Dicembre del 2004, proprio al one day della piattaforma web di Microsoft. Nato come blog personale, si farà conoscere da lì a pochi mesi per i suoi tutorial sulla blogsfera e successivamente per alcuni widgets realizzati (Windows Live Gadget) sempre per la stessa piattaforma. Il blog acquisisce inaspettatamente popolarità tra il 2005 e il 2007, arrivando a figurare tra i blog più menzionati d’Italia e tra i primi cento nel mondo per un breve periodo. Son state raggiunte inaspettatamente ben 4 milioni di visite, con dei picchi giornalieri sulle pagine visualizzate fino a 5000. Per il sottoscritto tutto questo successo fu inaspettato e nemmeno cercato. Poco dopo, gli MSN Spaces diverranno i Windows Live Spaces e tutti i blog subiranno una migrazione, compreso il mio. A causa proprio di una quantità sorprendente di commenti che riguardava per lo più richieste di aiuti e delucidazioni sui tutorial scritti, diedi vita assieme ad altri blogger più noti della piattaforma alla comunità “Italia Windows Live Spaces Forum”, di cui ne sono stato l’amministratore per tutto il suo arco di vita (ma doverosi ringraziamenti vanno a Simona che l’ha realizzato, Emy e Simone per la collaborazione e le realizzazioni grafiche successive, e tutti gli altri  blogger frequentatori che ci hanno aiutato quotidianamente rendendo questo luogo il migliore e il più popolato). A seguito del progressivo abbandono da parte di Microsoft nel progetto dei Windows Live Spaces, e in più in generale della Windows Live, il blog ha iniziato gradualmente a percorrere il suo declino, tornando (per quanto mi riguarda fortunatamente) al naturale ridimensionamento che dovrebbe avere uno spazio personale, quello a cui poi aspiravo inizialmente. Il “Piovra Space” migra su un proprio dominio e diventa Piovra.eu a fine novembre del 2009, ospitato su Aruba. Da quel momento ha adottato il CMS WordPress per la gestione dei contenuti testuali e grafici. Pochi anni dopo, arriverà la chiusura definitiva dei Windows Live Spaces e con essi cesserà l’attività del nostro Forum e dello stesso “Piovra Space”, tenuto in vita in parallelo per fornire collegamenti ai nuovi articoli scritti sul nuovo dominio. Dal 2010 in poi, la blogsfera sarà destinata ad un pubblico di nicchia. Salgono in cattedra i social network con a capo Facebook che spazzano letteralmente via l’esistenza di numerosi blog, soprattutto quelli personali. Ormai la gran parte delle persone predilige comunicare attraverso i propri profili sociali e soprattutto coi telefoni, condividendo brevi testi, foto, video, con la complicità dalla sempre più crescente diffusione degli smartphone. La conseguenza a ciò, per i blog, è quella di affrontare un pubblico più distratto, meno propenso alla lettura di lunghi testi, poiché sempre in movimento e utilizzando sempre più spesso piccoli display touchscreen. Di fatto, in questo decennio, le visite dai dispositivi mobili, nel mio blog, superano quelle dalle postazioni fisse. Il mobile network assieme ai social media segnano definitivamente una nuova frontiera dell’era digitale. I blog rimasti, come quello del sottoscritto, dovranno imparare a convivere coi social network attraverso le condivisioni dei contenuti più importanti, accettando una drastica riduzione della partecipazione dei propri lettori, che devono esser stimolati a visualizzare i link condivisi e non sempre è garantito che il contenuto condiviso arrivi a destinazione perché esso è legato dall’algoritmo di Facebook, il quale stabilisce, in base a proprie strategie ben delineate da un’intelligenza artificiale, cosa far vedere e cosa non: tutto ciò ha senz’altro contribuito a rendere i blog personali un luogo frequentato per lo più da un pubblico ben canalizzato o da affezionati. La partecipazione attiva dei contenuti si è spostata ormai, quasi interamente, sui link condivisi all’interno di Facebook, impoverendo ulteriormente il ruolo del blog che non sono nemmeno più il luogo centrale per lo scambio di idee. Personalmente, ho vissuto questo cambiamento nella massima serenità poiché forse guardo questi mutamenti con gli occhi di un laureato in comunicazione, ossia di un professionista che deve occupare il suo tempo ad osservare ed interpretare i cambiamenti, non giudicarli. Con questo spirito ho continuato a gestire il Piovra Blog, mantenendolo fedele ad un piano anarchico per quanto concerne i contenuti editoriali. Qualora ci fosse un’idea o una strategia diversa da quella nata in principio, è molto probabile che verrà chiuso. 
Proseguendo il percorso di vita del blog fino ad oggi, nel 2016 Piovra.eu cambia dominio e diventa Piovra.net. Nel corso di questi ultimi anni, il blog ha abbandonato Aruba per migrare, in ordine temporale, su Keliweb, poi Aziende Italia, Top Host e per ultimo Netsons. 

Nella speranza che il tempo non mi tolga mai il piacere di scrivere pensieri, tutorial o argomentazioni affini ai miei interessi, vi auguro una piacevole navigazione nel Piovra Blog.

Mattia

Cosa tratto maggiormente...

I contenuti riguardano maggiormente opinioni, parentesi personali, le novità della rete e ampio spazio è dedicato anche allo sport, con particolare attenzione alla mia Roma e al Running. Sono presenti tematiche anche di natura professionale, quindi legate al Web e alla fotografia. Si evita volentieri di parlare di politica al fine di evitare liti o spiacevoli offese. Non vi è alcuna linea editoriale nella gestione dei contenuti. Le argomentazioni e le pubblicazioni sono del tutto anarchiche e senza un fine di lucro. In questo blog è bandita qualunque forma di spam, di odio o di slogan che possano danneggiare terzi o comunità. Le immagini all’interno di ogni post sono prevalentemente prelevate dal web e ridotte tutte quante sia nelle dimensioni che nella qualità per non arrecare danno agli autori. Qualora ci fosse una violazione, siete vivamente pregati di segnalarmelo nella pagina Contatti, segnalandomi il file ed il post interessato, e questa verrà rimossa immediatamente.