Conclusioni sul 2007 e l'anno che verrà

 newyear

E siamo alla chiusura del 2007.

E’ stato un anno decisamente migliore rispetto al precedente e ho avuto modo di conoscere meglio me stesso.

Quello che verrà dovrebbe essere ancora meglio, più costante e sicuramente con altre realizzazioni.
Ci sono state grandi evoluzioni già da quest’anno, ma per la mia pignoleria non mi azzardo a dire che è stato ottimo.
Mi rendo conto che per due anni ho ricevuto immensi ed indecifrabili danni morali che mi hanno piegato l’anima, però ho imparato che quando ti piegano l’anima, la vita in verità non muore, bensì cambia semplicemente aspetto.
Forse la mia vita è più realista, più concreta, più profonda.

L’anno che verrà sarà dedicato alle mie passioni, uniche colonne portanti della mia esistenza che ci sono sempre state e che mi hanno fatto tirare avanti anche quando intorno a me c’erano macerie di vario genere.
Sarà dedicato a quei pochi che conservo nel cuore.
Sarà incentrato sui progetti legati alla mia esistenza, che sono sempre più vicini alla realizzazione.
Sarà il tutto sempre condizionato dalla fortuna e sfortuna, ovviamente.

Sarà quel che sarà e mi ritengo ottimista.

Avrò parecchio da fare, ma non mi spaventa minimamente quello che mi aspetta in prospettiva. Ormai non ho più nulla da perdere.

Quest’anno me lo ricorderò per la nuova passione per la palestra, per aver ripreso costantemente gli studi, per quello splendido viaggio in Sardegna, per una storia di sei mesi che non mi ha consentito di amare la persona che mi stava accanto, ma che ho apprezzato tanto perché ha risvegliato una parte di me un po’ addormentata, per i trionfi della Roma, per alcuni momenti belli trascorsi tra amici e famiglia, per i bellissimi cuccioli di Terry che hanno trascorso tre mesi e mezzo nella mia casa ed infine per le piccole soddisfazioni acquistate e realizzate, come il primo quotidiano con il quale ho avuto l’onore di lavorare;  poi tant’altre soddisfazioni che sono più piccole, ma meritano di essere ricordate.

Le delusioni?
Forse potrei parlare più di stupore che di delusione.
Mi meraviglio che a distanza di due anni ci sia gente che rimpianga la mia presenza.
Forse in quel gruppo ero più importante di quanto credessi o forse sono semplicemente messi male.
La cosa che mi stupisce ancor di più è che ci sono persone che preferiscono essere doppiogiochisti  perché hanno paura di restar da soli.
Queste cose le so, perché sono i primi a fare insinuazioni di questo genere e purtroppo sono totalmente fuori strada.
E’ grave soprattutto vedere che questi, a ventisett’anni, non abbiano un briciolo di personalità, chiacchierano come suocere e ragionano come quindicenni.
Peggio per loro, perché io ho cose più importanti da pensare.

Del blog?
E’ una mia passione e come tale tirerà avanti.
Dell’anno che verrà, ci saranno altre occasioni per parlare dei soliti argomenti che m’interessano di più.
Potrei dire che prossimamente parlerò di Windows Vista, ammettendo pregi e difetti di questo OS tanto discusso nel Web, rivelando anche degli scandali che vanno tenuti sempre conto!
Parleremo, sempre in ambito del web, di questi spaces che quest’anno dovrebbero iniziare a giocare un ruolo serio nel mondo del social networking: sono avvisati MySpace e Facebook.
Parleremo di chicche che ho potuto notare in questa città, di questo governo abbastanza scadente, degli esiti del nostro campionato, gli europei del 2008, riflessioni, racconti e tanto altro.
Diciamo che ci sono tanti argomenti da trattare e che credo possano interessare un po’ a tutti.
In più, e questo lo do per certo, comparirà un mio nuovo gioco!
Dopo un anno di silenzio, torno con una bella chicca!
Intervento dopo intervento, svelerò qualcosa di questa piccola iniziativa.

Il tutto è previsto per il 2008.
A questo punto non rimane che farvi i migliori auguri e che sia soprattutto un anno vissuto da voi in tutto e per tutto.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su email

22 commenti su “Conclusioni sul 2007 e l'anno che verrà”

  1. Eccoci qui…Altre 31 ore circa e siamo nl 2008..
    Un altro anno e altre esperienze da fare…Belle e brutte…!!!
    Domani sera non fare danni…E non alzare il gomito…!!
    Buon 2008 Matt….
    Alla prox Scorpion
     
    Ci risentiamo l anno Prox….!!

  2. Alla grande come sempre Mat, e che possa essere una tranquilla fine, un sereno inizio e un anno che ti porti tutte le soddisfazioni chedesideri. Un bacione grande.

  3. che sia una anno da vivere intensamente anche più del passato,che porti qualcosa di più a noi stessi,alla consapevolezza che abbiamo del nostro cammino su questa terra,che sia un anno per spargere anche nuovi semi dei nostri futuri raccolti,buon anno a te mattia e a tutti i tuoi fedelissimi lettori

  4. Mi insegni come si perseguono i buoni propositi,o almeno come si fa ad averli?
    Eh già perchè io non riesco a far altro che ascpettarmi "cose migliori" per questo 2008..ma l’apatia che oramai regna in me,non mi fa vivere per queste, non mi fa sperare in esse ed io,giorno dopo giorno, resto ferma a guardare qualcosa che scorre,a volte penso che sia la mia vita…
    Vorrei distendermi e fissare il nulla..che è forse poi la cosa più interessante che possa esserci al giorno d’oggi..
    Le delusioni,no…ne sono stanca,a volte strutta!
    Ma come si fa a credere nella gente? Ah non basta fare un biglietto di sola andata,vero?
    Ti auguro comunque che tu possa essere chiaro e coinciso nella vita così come nel blog,ma che oltre questo,tu possa avere anche qualcosa per cui essre sconbussolato..senza cardini,come un vento che soffia dentro e fuori te… passione .
     
    Antonia

  5. Anche a me, a parte una fine burrascosa e un Settembre un po’ buio, quest’anno è stato buono.
    Sì sì, sono soddisfatta! :D
    Ti auguro un buon 2008 (magari è pure l’anno buono che nevica…)!
    Bacio grande!

  6. Sembra ieri che leggevo i tuoi propositi per il 2007.. come passa il tempo!!
    Ti auguro tutto il meglio per te, perchè te lo meriti davvero!!
     
    Un bacione
    Claudia

  7. …d’oh…Alessandra sotto sono io…solo che mi ha fatto entrare con il mio vecchio account…mah!
    scusa l’ennesimo commento :E
    bye ^^ ancora auguri!

  8. Già… Purtroppo c’è anche di peggio; sono rimasti in pochi quelli con dei valori e dei principi.
    Pur non conoscendoti, credo di aver capito qualcosina di te. Se così fosse, sei un ragazzo da ammirare.
     
    Baci
    *aLe*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × cinque =

Mattia Simoncelli

Matt Simon

Mi piace scrivere. Allena la mia mente. Questo blog resta la mia più grande palestra. Tratto principalmente i miei interessi e ciò che ruota intorno al mio lavoro. 
Aspiravo al giornalista sportivo, ma sono finito col fare il fotografo e i siti web da diversi anni ormai.