Iphone rubato

Il mio caro iPhone 8 plus è stato rubato ieri, a Santa Severa, prima che andassi a pranzo. Chi sia stato non lo saprò mai, ma sta di fatto che il furto è stato una questione di pochi minuti. Avevo con me una borsa a tracolla con la reflex dentro e con l’altra mano avevo il telefono. Poi, il genio di mio fratello mi affida il cane perché non voleva accollarsi storie al ristorante (luogo che conosciamo benissimo e che accetta cani) e qualcosa lì deve esser successo, perché pochi minuti dopo mi son accorto di non aver più lo smartphone. Caduto probabilmente. Invano ogni tentativo di ricerca. Son sicurissimo di averlo smarrito lì, davanti al ristorante (Il Barracuda) poiché qualche minuto prima eravamo in auto e avevo il navigatore attivato sul telefono, con Waze aperto.
In dieci anni di iPhone, questo è il primo furto capitatomi. Praticamente si son presi un sasso in mano. Dall’istante in cui ho perso il telefono, questo è sempre stato spento e mai più acceso. Ho immediatamente sporto denuncia e bloccato sia le sim che le carte registrate sul telefono. Devo dire che, mentre con Intesa San Paolo e Ho Mobile il blocco è stato immediato, non si può dire lo stesso con le Poste Italiane (per pigrizia ho ancora con loro il conto aperto!), che hanno operativo il call center solo nei giorni feriali. Incredibile una cosa del genere!
Al di là del valore, che è la prima cosa a cui si penserebbe, lì dentro ci sono le ultime foto scattate prima che mia madre morisse. Insomma, gli ultimi giorni della sua vita son finiti in mano a qualche coglione (non saprei come definirlo altrimenti) che ora penserà di aver sbancato trovando un iPhone pressoché inutilizzabile. Con molta probabilità sarà scontato il fatto che questa sottospecie di acefalo farà un tentativo di sbloccare il telefono presso gli Apple Store, che però non sono autorizzati a farlo. Dunque non gli rimarrà altro che provare a vendere il telefono, o meglio dare una fregatura, oppure fare tentativi stupidi di pishing al sottoscritto, con sms ingannevoli, per accedere al mio iCloud e tentare di ripristinare il telefono, ma di questo vi aggiornerò attraverso attraverso updates in questo post.

E’ incredibile pensare che nel 2019 esistano idioti simili. La rabbia che provo in questo momento è indescrivibile. Certo, la speranza che questo telefono possa essere finito al contrario di ogni mia supposizione nelle mani di una persona onesta c’è sempre, ma dal momento che è stato spento subito, la vedo abbastanza dura…
Oltre ad averlo fatto sui gruppi di Facebook, non resta che appellarmi anche qui, nel caso magari che qualcuno lo avesse trovato: si tratta di un iPhone 8 plus, grigio siderale, 64 GB.


Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Mattia Simoncelli

Matt Simon

Mi piace scrivere. Allena la mia mente. Questo blog resta la mia più grande palestra. Tratto principalmente i miei interessi e ciò che ruota intorno al mio lavoro. 
Aspiravo al giornalista sportivo, ma sono finito col fare il fotografo e i siti web da diversi anni ormai.