Live Video da PC e Mac su Facebook

Menlo Park lo ha anticipato: “Stiamo iniziando a dare la possibilità agli utenti di trasmettere dal vivo su Facebook dai loro pc desktop o laptop.” A breve, dunque, ‘Live Video‘ di Facebook esordirà anche sulle nostre scrivanie. Non sappiamo l’esatta data di rilascio globale, ma già alcuni profili aziendali hanno sperimentato questa nuova feature. La mia amata AS Roma – per citare un esempio – è stata la prima società di calcio a testare, quest’estate, la diretta streaming su Facebook di un incontro amichevole contro il Terek Grozny e lo ha fatto attraverso l’utilizzo di software professionali.

I Live video su Facebook, attualmente disponibili sui dispositivi mobili Apple e Android, hanno già ottenuto un discreto successo, confermandosi un sistema di comunicazione potenzialmente valido soprattutto sul fronte dell’informazione. Accennai qualcosa sul fallito colpo di Stato in Turchia, come evento di impatto mondiale documentato più nei social che dalle TV. E’ ormai diffusa la pratica di trasmettere dirette su eventi e di documentare in maniera del tutto amatoriale ciò che succede in un determinato luogo, ma con i computer tradizionali e software dedicati al live streaming, potremo senz’altro avere una quantità e qualità maggiore di contenuti, aprendo nuovi orizzonti comunicativi ed opportunità assolutamente interessanti. Per farci un’idea, basterebbe pensare alle potenzialità che offre Youtube, altro servizio che da poco ha aperto lo streaming a tutti gli utenti e che di fatto oggi rappresenta il competitor numero uno nelle ambizioni di crescita di Zuckerberg.

In attesa della realizzazione definitiva dei live video anche via web, esiste già un metodo efficace per trasmettere una diretta streaming dalle nostre postazioni desktop, che siano pc o mac. Questo metodo, che è solo sperimentale, richiede solo un briciolo di conoscenze informatiche e il possesso di uno spazio web, quindi si rivolge in particolar modo a chi è smanettone e agli utenti geek.

[su_spoiler title=”I. Scaricare il programma OBS Studio” style=”fancy” icon=”chevron”]

(compatibile sia x mac che windows): http://obsproject.com/

Una guida testuale sull’utilizzo del programma la potete vedere in questa pagina, oppure potete visualizzare questo video tutorial spiegato assolutamente bene. Il programma non solo permette una semplice diretta in streaming con la vostra webcam, ma anche la possibilità di visualizzare più cose nella stessa schermata, come un video screen, inserire un logo-immagine e mettere in background, durante la diretta, persino dei brani musicali.

Proverò per sommi capi a dare delle celere spiegazioni, ma se qualcosa non vi è chiaro, tenete bene a mente i due link citati precedentemente.

Fondamentale  è la configurazione (file > impostazioni). Un occhio di riguardo alle seguenti voci:

obs-output-stream– Stream: sulla voce dei servizi di stream dovremo mettere proprio Facebook live e sulla chiave stream dovremo mettere un codice che vedremo ai paragrafi successivi.

– Output: la voce più importante perché è da qui che si stabilisce la qualità della nostra trasmissione.

Su modalità di output dobbiamo necessariamente impostare su avanzate.

Abbiamo 3 pannelli: STREAMING – REGISTRAZIONE – AUDIO

Streaming: importanti sono le voci:

Codifica: Mettere x-264 se scheda video non ha memoria integrata. Mettere Nvenc H. 264 se si montano schede video con memoria dedicata, tipo le Nvidia.

Applicare le impostazioni di codifica servizio streaming.

Riscala uscita: 1920X1080 è la risoluzione massima accettata, ma se avete una connessione in upload che non supera i 2 mega, è mio consiglio abbassarla sensibilmente e scegliere un altro formato universale e supportato dalla gran parte delle webcam in commercio, come il 1280×720 che è comunemente conosciuto come HD Ready. Tenete poi anche che buona parte delle connessioni italiane sono a livello paleolitico e quindi è inutile intestardirsi sulla qualità quando una buona parte non riuscirà a godere a pieno lo streaming a causa della propria connessione, quindi più bassa è la risoluzione, più sarà maggiore il numero di persone che visualizzerà in maniera fluida la vostra diretta.

Controllo frequenza – CBR (consigliato su Facebook).

Bitrate: 2500-3500 vanno più che bene. Stando su Facebook, eccedere di bitrate è inutile. Discorso diverso se avessimo dovuto trasmettere dirette su Twitch o Youtube.

Preset: alta qualità.

Profile: high.

Livello: auto.

 

Video

Non toccate nulla se non è vostra intenzione registrare.

 

Audio

Per avere il giusto compromesso di tutto (qualità e riproduzione fluida sia vostra che degli altri), rimanere su 96 kbps di valore è suggerito.

Tornando sulle configurazioni principali presenti sul menu di sinistra, andiamo alla voce Audio:

Ratio di campionamento: 44.1khz

Canali: stereo.

Dispositivo audio desktop: predefinito.

Dispositivo audio mic/ausiliario1: predefinito.
A questo punto, cliccate su applica per terminare la configurazione dello streaming. Riapriremo le impostazioni successivamente solo per inserire la chiave stream.

Per quanto concerne invece l’utilizzo del programma, vi ribadisco di visualizzare il video linkatovi precedentemente perché è spiegato molto bene.

[/su_spoiler]

[su_spoiler title=”II. Creare una applicazione di Facebook” style=”fancy” icon=”chevron”]

  • Procedere con la registrazione della vostra applicazione.
  • Dategli un nome qualunque e procedete allo step successivo.
  • Letti i termini (immagino non farete), andate sulla dashboard o pagina iniziale e copiatevi la chiave API e quella segreta.
  • La chiave API e quella segreta non saranno quelle da utilizzare nel programma. Per ottenere la chiave stream, dovremo generare il codice attraverso una pagina HTML.  [/su_spoiler]

[su_spoiler title=”III. Avere un sito web.” style=”fancy” icon=”chevron”]

  • Vanno benissimo anche i domini gratuiti, tipo quello di Altervista o Wix.  Una volta registrati, bisogna caricare semplicemente una pagina HTML che creeremo al volo al passaggio successivo.
  • Apriamo il programma blocco note ed inseriamo il codice come riportato:

    [su_document url=”https://www.piovra.net/wp-content/uploads//2016/09/fb_keystream2.html” ]

  • Alla voce INSERISCI APP ID, incolliamo il codice ID della nostra APP, mostratoci precedentemente dalla pagina sviluppatori di facebook.
  • Cliccate su File > Salva Con Nome > e APPSTREAMING.html

    Chiaramente, potete dargli un nome qualunque alla vostra pagina. Ciò che conta è che vi ricordiate l’url esatto della pagina in questione. Esempio, se avete usato Altervista, allora l’indirizzo è vostrodominio.altervista.org/appstreaming.html

[/su_spoiler]

[su_spoiler title=”IV Configurazione finale” style=”fancy” icon=”chevron”]

fblive

  • Provate ad andare sulla vostra pagina web vostrodominio.altervista.org/appstreaming.html e dovrebbe aprirsi un pulsante con “Live Api Activator” e clicchiamoci sopra.
  • Si aprirà una finestrella dove ci chiederà dove vogliamo pubblicare la nostra diretta: potete farlo sulla timeline del vostro profilo, la pagina che gestite, gruppo o timeline di un amico.
  • Vi si dovrebbe aprire un’altra finestrella. Dico dovrebbe perché qualora non si verificasse ciò, disattivate qualunque blocco pop-up sul vostro browser. A quel punto non dovreste avere più problemi e ripetete il procedimento. Su questa nuova finestrella vi sarà illustrato il (benedetto) codice “stream kley” che andrà inserito nel programma OBS Studio: File > Impostazioni > Stream > Facebook Live e su Chiave Stream incollate la Stream Key.
  • Clicchiamo ok.
  • NOTARE BENE: i passi sulla configurazione finale vanno fatti ogni volta che trasmetterete le vostre dirette online su facebook.

[/su_spoiler]

[su_spoiler title=”Finale: Andiamo in diretta!!!” style=”fancy” icon=”chevron”]

  • Nella schermata principale del programma, avviamo la trasmissione. Nella finestrella del browser dove abbiamo incollato la chiave stream, dovremmo a questo punto vedere una preview della nostra diretta (possono esserci ritardi anche di 20 secondi). Qualora ci fossero problemi nella visualizzazione o nell’audio, bisogna riguardare le configurazioni, quindi bisogna riguardare i passi sul punto 1.
  • Se ci visualizziamo e tutto funziona correttamente, clicchiamo go live e andremo in diretta ufficialmente!
  • Verificate l’effettivo streaming sulla pagina da voi prescelta per lo streaming.

[/su_spoiler]

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on tumblr
Share on whatsapp
Share on email

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami

Mattia Simoncelli

Matt Simon

Mi piace scrivere. Allena la mia mente. Questo blog resta la mia più grande palestra. Tratto principalmente i miei interessi e ciò che ruota intorno al mio lavoro. 
Aspiravo al giornalista sportivo, ma sono finito col fare il fotografo e i siti web da diversi anni ormai.