Mercato chiuso, valutazioni generali

Mentre i nostri ragazzi collezionano il secondo pareggio di fila in campionato, Petrachi ha portato a segno altri due colpi per rinforzare la rosa prima del closing del mercato: il primo è Smalling dallo United, e il secondo Mkhitaryan, dall’Arsenal: entrambi vengono in prestito secco.
Giocatori necessari, visto che la difesa continua a traballare (contro la Lazio, 1 goal e ben 4 pali) e che l’attacco, se non gira Dzeko, diventa inesistente. L’estro di Zaniolo non basta ed è stato difatti l’unico, contro la Lazio, ad aver impensierito la porta di Strakosha.

Quanto al mercato in entrata, ci sono gli oltre 100 milioni che scottano perché investiti su Lopez, Diawara, Mancini e Spinazzola. Riusciranno a confermare le aspettative e il valore stimato?
Intanto i rinnovi di Dzeko, Fazio e Kolarov sono un ottimo segnale per ricominciare, sperando che con questo DS non si assistano alle ennesime cessioni dovute più alla disorganizzazione che altro.

Cosa ci manca ancora?
Chi detta il gioco da metà campo in poi: Veretout forse è quello più indicato a fare questo gioco, ma a mio parere sarebbe meglio da intermedio. Diawara per ora va aspettato.
Davanti, con Mkhitaryan, forse la Roma riprende più quota rispetto a prima. Non me ne voglia il faraone, che con la Roma è stato il capocannoniere della scorsa stagione, ma l’armeno sul piano della qualità è tre spanne superiore, a mio parere. Speriamo solo che non venga a fare il turista, che è sempre un rischio grossissimo quando si parla di prestiti secchi.
La difesa così e così. Ok, Smalling è un buonissimo difensore, ma non basta e nei campionati passati ha dimostrato di non reggere oltre le trenta partite. Mancini invece è di fatto una scommessa, dunque bisogna sperare che cresca bene e rapidamente. Se nella zona centrale nutro perplessità, credo ci sia qualche miglioramento nelle corsie esterne basse, con gli ingressi degli italiani Spinazzola e Zappacosta. Non garantiranno fenomenologia, ma sicuramente daranno più sostanza .

Ora c’è la sosta. Si spera che i nuovi si integrino quanto prima e soprattutto che Fonseca sistemi lacune difensive evidenti in queste due uscite.
Da Petrachi, invece, mi aspetto ora un lavoro più sereno per progettare al meglio la prossima stagione perché oggettivamente con Monchi siamo caduti troppo in basso.
Forza Roma

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami

Mattia Simoncelli

Matt Simon

Mi piace scrivere. Allena la mia mente. Questo blog resta la mia più grande palestra. Tratto principalmente i miei interessi e ciò che ruota intorno al mio lavoro. 
Aspiravo al giornalista sportivo, ma sono finito col fare il fotografo e i siti web da diversi anni ormai.