Raggi di sole a Roma?

Mi viene la nausea a parlare della politica, ma quando si tratta dell’amministrazione della mia città, non posso restare indifferente.
Non ho la più pallida idea se risulterà una svolta o meno l’ingresso della  Raggi e del Movimento a Cinque Stelle al Campidoglio, ad ogni modo meglio la sua presenza che avere a che fare ancora con quei partiti che hanno sputtanato e rovinato l’immagine di Roma in tutto il mondo. 
Che io ormai non voti da quasi un decennio lo sanno ormai anche i sassi e le motivazioni sono sempre legate all’assenza di un partito che realmente mi rappresenti. La mia speranza è che il movimento di Grillo non finisca come questi partiti. Le buone intenzioni ci sono, molte delle quali apprezzate dal sottoscritto, ma si sa bene che in Italia è pieno di sanguisughe o parassiti che salgono sul carro del vincitore col solo scopo di ritagliarsi una fetta di potere o più semplicemente guadagnarsi una pagnotta per sé e per i propri amici. E’ una patologia questa tutta italiana, che esiste da sempre e che ne temo fortemente la sua presenza in ogni buona causa che venga portata avanti.
Per il resto, spero che questa donna riesca realmente a risolvere i problemi vergognosi che riguardano i rifiuti, la manutenzione delle strade, la sicurezza e infine i trasporti pubblici. Giustamente c’è da far fronte ad un debito pauroso ammontato negli anni per colpa delle amministrazioni precedenti, ma mi auguro che questo non diventi, come accaduto in passato, il pretesto di giustificare l’impotenza o l’inerzia della politica. 
Speriamo veramente di uscire da questo tunnel davvero preoccupante.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami

Mattia Simoncelli

Matt Simon

Mi piace scrivere. Allena la mia mente. Questo blog resta la mia più grande palestra. Tratto principalmente i miei interessi e ciò che ruota intorno al mio lavoro. 
Aspiravo al giornalista sportivo, ma sono finito col fare il fotografo e i siti web da diversi anni ormai.