Riflessioni..

Oggi sono stato da Marta a Fregene e vi devo confessare che il mare mi ha un po’ sfogato..
La cara Marta.. e che dire di lei..
Sempre buona e cara! Ho visto pure il suo fratellino piccolo che sta crescendo e sta diventando un emergumeno.
Questa piccola creatura gioca a Rugby.
In molti sostengono che il Rugby sia uno sport violento e soprattutto pericoloso. Senza dubbio è vero, ma io li ammiro.
C’è uno spirito di solidarietà pazzesco ed incredibile. Non conosco un’attività sportiva che mostri tale unità come il Rugby. Vivono di una filosofia che dovrebbe essere d’obbligo ovunque. Questi elementi che vi giocano in questo sport sono stati definiti "filo-fascisti", per i loro metodi rudi e a volte spartani, dove il dialogo non esiste. Non è vero che non esiste.
Questo ragazzetto, che ha quattordici anni, c’ ha più idee chiare di un qualsiasi individuo che è per strada.
In spiaggia parlammo del razzismo.  Questo ragazzetto non tollerava la posizione favorevole al razzismo di alcuni suoi coetanei e mi diceva che avrebbe fatto a pezzi alcuni amici suoi che si sono rifiutati di frequentarlo perché aveva un amico di colore.
A Roma si direbbe: "ma che te frega, lasciali crede e sbattitene.."
No, non ci sono storie. Per lui, come del resto ho riscontrato in tante altre persone che giocano in quello sport, esiste un dialogo o comunque un chiarimento, in cui devi avere il coraggio di dire le cose in faccia. Se si offende si passa con le cattive maniere, se ci si rispetta si passa con la pace.
Non esistono vie di mezzo.
E’ un tema che m’ ha fatto riflettere e che conferma il mio favoreggiamento per queste istituzioni sportive, che vivono coi principi di unità e di solidarietà.
Se non sei così, non sei uomo. Non t’insegnano ad andare a menare qualcuno, ma t’insegnano ad essere propenso sempre verso il prossimo e saperlo aiutare in caso di estrema necessità.
Mi ricordo ai tempi scolastici, che capitavano situazioni di liti tra "gruppi" o "comitive", in cui mi capitava spesso di esprimere la mia posizione. Pur essendo un tipo tranquillo e pacifico con l’intero pianeta, quando sentivo parlare che c’erano di mezzo squadre di "Rugby", dicevo come l’Ave Maria: non c’è cosa peggiore che farti nemico una squadra di Rugby e se ce l’ hai come nemica, vuol dire che hai fatto qualche torto grosso o non li hai rispettati. Sei rovinato."
Così fu sempre.
Mai è successo che scatenassero liti per niente.
I casi più assurdi nei suoi perché sono stati al massimo nei locali, dove i buttafuori sono senza misure con chiunque provi a creare problemi. Quando capitano loro davanti alle porte dei locali succede il cataclisma, non se ne vanno manco a pagarli oro, a costo di aspettarli fino all’alba, alla fine del loro lavoro. Quasi sempre va a finire che la polizia intervenga.
Quelli del Rugby sono gli stessi che provano un enorme rispetto per donne e bambini. Mi ricordo di uno stupro di una ragazza, sorella di uno di questi.. Sapevano chi era stato a commettere ciò. Hanno setacciato Roma per trovare tale essere inferiore, poi sono successe stragi.
A loro non gli interessa prenderle o subirne.
Loro cercano il contatto, la verità, la realtà.
Non si vergognano e non usano mezzi termini per definirsi.
Sono pacifici col mondo, sempre che il mondo non sia ipocrita con loro.
Ancor più ammirevole l’unità e lo spirito di serietà quando scendono in campo.
E’ uno sport bello e senza dubbio è il più pulito che conosca, dove un giocatore, mediamente, prende lo stipendio di un impiegato. Purtroppo, dalla loro, vorrebbero che la realtà sia come nel campo e purtroppo non è così, cadendo spesso nel torto.
Sono pezzi di pane con il buono e il debole, ma sono delle furie con chi pecca di presunzione e d’ipocrisia.
Sono favorevole alla loro filosofia, però mi piacerebbe che fossero più disposti e ottusi al dialogo.
Dalla parte opposta ci sarebbe la libertà d’opinione, ma quando questa libertà sta nelle forme di razzismo o d’impotenza, beh, non mi oppongo ai loro metodi. Se sono il primo a dire "se toccano mia madre li ammazzo", figuriamoci loro, che a prescindere se sia un parente o meno, ammazzano chi prova a sfiorare una donna, un bambino o un debole.
Saluti a tutti!

 

PiOvRa wrote on Fri Aug 26 02:48:09 UTC+0200 2005

::..Lascia una firma nel Guestbook..::

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su email

8 Responses

  1. Ciao Piovra…ho visto che sei molto bravo…e già ho fatto uso dei tuoi consigli…quindi volevo chiederti una cosa…io vorrei modificare il puntatore del mouse nel blog…il problema è che per farlo ho bisogno degli script in html, i quali vengono automanticamente cancellati per ragioni di sicurezza…ti chiedo…è possibile trovare un codice senza script che modifichi il puntatore? oppure,è possibile eludere la cancellazione degli script?ti ringrazio anticipatamente..senti,ti lascio anche la mail se ti è più comodo scrivermi li…grazie di nuovo,TAG

  2. Aiutooo..ho modificato il blog come spieghi tu ed è venuto tutto ok ma ora nn si leggono molte cose e nn ci sono + i commenti!!!!!..Cos’è successo??…Rispondimi ti prego..Un bacio.Madame

  3. Grazie..ora sembra quasi a posto..anche tu come Bruno mi dici da che nuvoletta arrivate??..ah..mettendo a 5 gli interventi cosa cambia nel blog?..Che vuol dire?..Ti bacio

  4. bè io la cartella che hai scritto sotto nn ce l’ho quindi ti auguro un buon week end ciaooooo :-)

  5. COMPLIMENTONI A TUA MADREEEEEEEEEE !!!! HA FATTO UN FIGLIO MOOOOOOOOLTO BELLO ! ;P cmq ciao…mi piace il tuop blog e anke te ahahahh passa da me ti aspetto

  6. Ciao! innanzitutto complimenti per il blog e per le utili informazioni. Ho provato a seguire le istruzioni per il windows media player ma non riesco a farlo funzionare. Non solo non mi carica il video o l’mp3 che ho specificato nell’url ma non vedo niente neanche nei blog degli altri utenti. Secondo te da cosa dipende?

  7. Ciao bello!!Complimenti x il blog!Xo nn riesco a trovare i paragrafi 1 e 2 delle istruzioni su cm mettere windows media player e l immagine sul blog!Potresti risp sul mio sito x favore?Se no mi dimentico di venire a leggere qui!!!Grazie 1000!Baci..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Mattia Simoncelli

Matt Simon

Mi piace scrivere. Allena la mia mente. Questo blog resta la mia più grande palestra. Tratto principalmente i miei interessi e ciò che ruota intorno al mio lavoro. 
Aspiravo al giornalista sportivo, ma sono finito col fare il fotografo e i siti web da diversi anni ormai.