Un anno di Virgin Active

Primo anno trascorso alla Virgin Active Calasanzio. Abbonato quando ancora i cantieri erano aperti e avevano appena allestito il bussolotto davanti all’ingresso. Tanto era conveniente il prezzo (bada che qui son tutti ladri) che non ci pensai due volte ad iscrivermi. Decisiva la mia scelta anche per la massima chiarezza da parte della responsabile del marketing su tutti i vincoli contrattuali per l’abbonamento annuale.
La mia esperienza è stata assolutamente positiva, aiutata anche dal fatto che sono a due passi da questo posto. La sala pesi è completa e la piscina presenta 6 corsie x 25 metri. Poi ci sono diverse sale per lezioni di gruppo. Gli spogliatoi sono enormi e hanno centinaia di armadi. Infine, la chicca è sicuramente la spa, che rende l’offerta di questa palestra superiore rispetto alle altre del quartiere: vasca idro-massaggi grande, sauna, bagno turco, sauna mediterranea, sala relax e docce rigeneranti. Ancora non è stata completata la parte esterna che dovrebbe prevedere un’altra piscina. Possiede infine posti auto sia interni che esterni. Insomma, il servizio, la pulizia, la manutenzione e la disponibilità/preparazione del personale sono effettivamente ottimi ed impeccabili.
I difetti sono pochi. Il primo è il parcheggio: di sera è una lotta serrata per trovarne uno libero. Grazie al cielo che la cosa non mi tocca perché non sono pochi quelli che si son lamentati di questo problema. L’altra nota negativa è l’ambiente: che sia fine non c’è dubbio, ma in buona parte è un fighettame tremendo e son così tirati che ve lo lascio immaginare. Per fortuna che la palestra è dispersiva, quindi è facile evitare gli sgraditi. Ultimo difetto riscontrato è che il Wi-Fi è debole e funzionante solo nell’area computer, dove ci son due meravigliosi iMac. E’ un peccato questa cosa perché, personalmente parlando, ascolto molto spesso la musica in streaming (Spotify tra tutti) e mentre corro sarebbe il top. Ci vorrebbe poco per migliorare quest’aspetto, comunque.
Per il resto, ripeto, è un posto davvero bello che ha come limite forse quello di non essere per tutte le tasche e di non avere dei contratti personalizzabili. Essendo un socio-fondatore, a me hanno riservato vantaggi notevoli sul prezzo annuale e non ho esitato nemmeno un istante per il rinnovo, ma tengo a precisare che a parità di offerta rispetto a tante altre palestre qui nei dintorni, si presenta decisamente competitiva e vantaggiosa.
Detto ciò, comunque, la palestra presenta al pubblico la possibilità di visitarla ed allenarsi un weekend al mese. Basta aggiornarsi al loro sito ufficiale, dal quale tra l’altro è possibile anche prenotarsi alle lezioni per chi è abbonato.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Mattia Simoncelli

Matt Simon

Mi piace scrivere. Allena la mia mente. Questo blog resta la mia più grande palestra. Tratto principalmente i miei interessi e ciò che ruota intorno al mio lavoro. 
Aspiravo al giornalista sportivo, ma sono finito col fare il fotografo e i siti web da diversi anni ormai.