WeRunRome 2015, ci siamo!

E anche quest’anno ci siamo registrati alla non competitiva della We Run Rome, 10km. Il mio traguardo, quest’anno, è la sopravvivenza! Ebbene sì: con tutto quello che hanno passato e che continuano a vivere i miei tendini, non posso permettermi di rincorrere i migliori tempi personali, ergo andrò a velocità di crociera, nella speranza che le gambe reggano fino al traguardo.Tra le altre cose, non godo nemmeno di ottima salute personale. Male che vada, ci arriverò a piedi o con la lingua di fuori, ma farò in modo di arrivare a tutti costi senza mai fermarmi. Quest’anno partirò tra le ultimissime file, in modo tale che non venga stressato da ritmi eccessivi per le mie gambe che ahimè sono a malapena preparate per sopportare questa lunga distanza. Purtroppo non ho avuto tempo a sufficienza per prepararmi al meglio. 

Il percorso è cambiato leggermente. A questa edizione, si percorrerà solo metà di Via Del Corso. L’altra metà è stata sostituita girando per via del Tritone (un pezzo è in discreta pendenza) fino a via dei due Macelli: da lì si passa sotto le gradinate di Piazza di Spagna e si raggiunge la salitona del Pincio passando per Via del Babuino. Meno piacevole è sapere che è confermato il passaggio al traforo Umberto I, croce e delizia per i polmoni di tutti i corridori, che l’altr’anno si son ritrovati in questa galleria piena di auto ferme a motore acceso per diversi minuti! Speriamo che a questo giro, si eviti una situazione simile. Altra cosa discutibile è il prezzo che prevede anche una piccola quota destinata a favore di Telethon, che per quanto mi riguarda non mi trova favorevole perché sono contro la sperimentazione sugli animali. Infine, confermata anche la temuta salita del Pincio, vero massacro per le gambe di noi poveri free runner. Il resto del percorso è rimasto lo stesso dell’anno scorso. 
Prevedo di fare oltre 60′. Non ho alcuna intenzione di ammazzarmi con ritmi più alti ed è un peccato perché io amo sfidare me stesso. Una corsa all’insegna della pazienza e della saggezza. Spero solo che il tempo si mantenga buono fino a quella data, con temperature gradevoli. L’altr’anno correre con una temperatura di soli 3°, con tanto di tramontana, è stata una vera e propria tortura.
La partenza è per le 14,00, quindi si dovrebbe correre con temperature quasi ottimali, sopra i 10°, a parte l’umidità e l’inquinamento che in questi giorni hanno raggiunto livelli critici. Come sempre, spero di poter raccontare positivamente quest’evento. Nel frattempo, auguro a tutti un felice anno nuovo!

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su tumblr
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 − 3 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Mattia Simoncelli

Matt Simon

Mi piace scrivere. Allena la mia mente. Questo blog resta la mia più grande palestra. Tratto principalmente i miei interessi e ciò che ruota intorno al mio lavoro. 
Aspiravo al giornalista sportivo, ma sono finito col fare il fotografo e i siti web da diversi anni ormai.